Martedì, 20 Agosto 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie B 2007-2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ventunesima e penultima giornata generale, nel girone E, di serie B Donne con pochi sussulti. La già matematicamente promossa in A-2 Calciosmania Napoli, ancora in pieni festeggiamenti, cade ai piedi dell'Etna per 6 a 1 per mano dell'Acese. Isolane che vedono allontanarsi le chance podio in virtù della vittoria casalinga della Salernitana sul retrocesso Real Marsico per 2 a 1. Pareggia, invece, a sorpresa e in casa il Campobasso contro il fanalino di coda Cavaliere Matera per 1 a 1 mentre termina con lo stesso risultato la sfida tra la Cascina Cus Cosenza e la seconda forza Atletic Montaquila. Bruzie avanti e su rigore con Gencarelli con le ospiti che pareggiano sempre dagli undici metri al novantesimo. Cosentine che lasciano così invariato il proprio vantaggio di tre segmenti sulla terzultima posizione ringraziando le cugine esaresi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La giornata generale numero venti, nel girone E, di serie B Donne incorona il Calciosmania Napoli che viene promossa matematicamente in A-2. La capolista in virtù del 3 a 3 casalingo e del punto conquistato nell'ennesimo derby partenopeo contro la Domina Neapolis Aceranna riesce nell'intento di ottenere il meritato salto di categoria. La seconda forza Atletic Montaquila vien battuta in casa per 2 a 1 dal Campobasso con le molisane che tornano a lottare per la seconda piazza. Bagarre podio bagarre che vede l'Acese avvicinarsi dopo la vittoria sul campo del Real Marsico per 2 a 1. Non è da meno la Salernitana che supera sul suolo amico una Cascina Cus Cosenza ora a rischio in chiave salvezza. Se alcuni risultati sono stati accomodanti altri mettono a repentaglio la permanenza delle bruzie.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Domina, altra prova di maturità. La 20° giornata mette di fronte Calciosmania e Domina Neapolis per un derby che si preannunciava denso di emozioni e che non ha deluso le aspettative. Le due squadre cominciano subito forte, ma chi preme più sull’acceleratore è il Calciosmania; è infatti il 5’ quando Granata, dopo un triangolo con Fiengo, mette dentro un’ottima palla sulla quale si avventa Pirone che va ad insaccare il gol dell’1-0. Il gol subito però non scoraggia le ragazze di mister Romano che continuano a fare la loro partita con Faraone e Vitale pronte a trovar spazio tra le linee; e per la squadra di Acerra le occasioni non mancano. C’è bisogno di una grandissima Di Parma per mantenere il risultato stabile quando prima Cary con un tiro da posizione ravvicinata e poi Vitale in corsa provano a riequilibrare il punteggio. La gioia del gol per la Domina è comunque solo rimanda perché infatti al 32’ Faraone lancia, con un passaggio illuminante, Vitale che grazie allo splendido assist è sola davanti alla porta. Le finte ubriacanti del Cobra mandano in bambola anche l’esperto portiere del Calciosmania e così, una volta dribblato, Vitale può insaccare a porta vuota il gol del pari. Le due squadre continuano a spingere anche se il risultato non cambia fino al 45’ quando Granata va a battere un calcio d’angolo; il suo spiovente va al centro dell’area di rigore dove Criscuolo al volo in mezza sforbiciata mette dentro un gol capolavoro.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Montale torna prepotentemente alla vittoria e riconquista la vetta battendo e superando in classifica il Real Canavese Il vantaggio arriva al 39’ con Fornasari che insacca, con bravura e freddezza, il delizioso assist di Fantoni che spizza di testa. La squadra di casa pur dominando subisce il pareggio nei primi minuti della rispresa, quando Visconti è lesta ad anticipare l’uscita di Maccari dopo un calcio di punizione. Non c’è nemmeno il tempo di festeggiare per la squadra ospite perché il Montale non perde la testa, e grazie ad una De Gregorio che rendendo facile anche la giocata più difficile è la padrona assoluta del centrocampo, si riporta in vantaggio con Dell’Anna, che finalizza nel migliore dei modi un lancio perfetto di Finelli. Le ragazze di Oprandi chiudono i giochi con Catellani lanciata a rete da Fabbri che con un pallonetto beffa la pur brava Calavita estremo del Canavese. La situazione in classifica vede ora Montale ed Alessandria in testa con 40 punti e Canavese a 39 per cui le ultime due partite saranno decisive per il titolo e la promozione in serie A2.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Domenica la squadra del presidente Carlino può centrare la promozione in serie A battendo la Domina Acerrana È il momento della verità. La Carpisa Napoli domenica, contro la Domina Acerrana, si gioca il primo match-point per la promozione in serie A. Sarà una gara impegnativa, come tutti i derby, ma le “tartarughine” hanno dalla loro parte la voglia di cogliere il prima possibile un risultato storico che le proietterebbe nella massima serie con due giornate di anticipo. Sono infatti 8 i punti di vantaggio sull’Athletic Montaquila ed una vittoria, quindi, darebbe la certezza matematica della promozione, che potrebbe arrivare comunque in caso di mancata vittoria della squadra molisana. La Carpisa si presenterà con un’unica assenza, quella del difensore Anna Ciambriello, squalificata, ma rientrerà il centrocampista Alessandra Criscuolo. L’unico dubbio nella formazione riguarda il terzino Anna Catapano, infortunatasi domenica scorsa alla caviglia. Durante la settimana non si è allenata ed il tecnico, Barbara Nardi, proverà a recuperarla in extremis; in ogni caso le sue condizioni non preoccupano e, anche se non dovesse recuperare, sarà disponibile per le prossime gare.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Allo Stadio Comunale di Acerra la Domina comincia il ciclo delle ultime quattro partite della stagione affrontando il Real Marsico, formazione potentina a caccia di punti salvezza. La maggiore voglia delle ragazze del Marsico si vede già dall’avvio; è il 3’ quando su un lungo rilancio Dagnello si infila tra Novellino e Jackson andando ad insaccare la rete dell’uno a zero. La Domina è un po’ stordita da gol e ci mette un po’ per rimettersi in carreggiata, ma l’ottima vena di Faraone facilita le cose alla formazione acerrana. E’ proprio grazie al numero 10 granata che partono le azioni più pericolose della Domina; e su una di questa Di Natale viene atterrata in area. Dopo il fischio dell’arbitro è proprio Faraone che si presenta sul dischetto, il suo tiro e preciso e spiazza il portiere e al 14’ c’è il pareggio della Domina. A questo punto le cose si mettono in discesa per la formazione casalinga che, dopo lo schiaffo iniziale, reagisce, trova il pareggio, e continua a premere sull’accellaratore. Al 20’ è ancora un buon triangolo Faraone Di Natale Vitale che smarca il “Cobra” al centro dell’area; il sinistro al volo del numero 9 però meriterebbe miglior fortuna. Il Marsico nel frattempo prova con sporadiche azioni di contropiede ma Novellino chiude tutte le porte anticipando sempre nettamente la Dagnello. Si conclude quindi sull’uno a uno la prima frazione di gioco. Nel secondo tempo la Domina entra in campo ancora concentrata e pronta a riprendere da dove aveva lasciato. E’ infatti il 3’ minuto quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Balletta mette al centro dove Novellino svetta per spingere dentro il gol del vantaggio. Con il due a uno il Marsico si disunisce e per la Domina si aprono gli spazi. E così c’è gloria anche per Vitale e Cary che, entrambe assistite da Faraone, mettono a sengo i gol del 3-1 e del 4-1, rispettivamente al 18’ e al 22’. La partita a questo punto si spegne e il Marsico prova quanto meno a limare il passivo, riuscendoci con un rigore al 32’ trasformato ottimamente da Fundone. Finisce così, con il punteggio di 4-2, una partita non molto bella ma che ha visto comunque la Domina imporre il proprio gioco. Con questa vittoria le ragazze di mister Romano si portano solitarie al sesto posto in classifica e sono pronte alla sfida di domenica prossima che le vedrà impegnate in trasferta sul campo della capolista Calciosmania, alla quale manca un punto per la matematica promozione. Un derby che si preannuncia quindi sentito e che non mancherà di dare emozioni e spettacolo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Meritatissima la vittoria del Calcio femminile acese sulla A.C.F. Salernitana, sua diretta rivale per ottenere il quarto posto nella classifica finale del campionato 2007/2008. Un rigore parato, molte occasioni sprecate e due goal per un acese tuttavia non in perfetta forma. A 3 giornate dalla fine a squadra di mister Gurrisi (squalificato dal campo per gli avvenimenti accaduti durante il match Acese – Domina Neapolis Acerrana del 24-02-2008) si è ripreso, il suo posto in vetta alla classifica dopo la squalifica effettuata dalla divisione calcio femminile. La gara inizia con un debole attacco della Salernitana. Dal tredicesimo minuto l’acese inizia per a sferrare uno scomposto contrattacco che non crea pericolose. La vera occasione goal arriva al 14’ quando Caccamo, dopo aver centrato la traversa*, tira nuovamente in porta, ma il pallone viene intercettato da una bravissima portiere Landi,(miglior giocatrice della partita con oltre 6 parate). La difesa della Salernitana protegge bene la sua area di difesa, approfittando di un acese che non riesce a costruire delle manovre offensive, come nel 23’, in cui Randello spreca un’occasione goal non riuscendo ad arrivare su una palla servita da un assist di Pesce. L’acese ci riprova al 25’ su calcio di punizione battuto da Fortino, ma colpisce nuovamente* la traversa. Altra parata facile al 32’ su tiro di calcio di posizione battuto da Caccamo e al 34’ su punizione calciata da Pavone. Altro pallone sprecato da pavone che si è ritrovata davanti alla porta al 39’. Infine a quasi 7 minuti dalla fine del primo tempo Arancione (Salernitana) atterra l’attaccante acese Cacciamo e guadagna un calcio di punizione che finisce in rete su tiro diretto del capitano dell’acese Messina.

Pagina 2 di 16

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!