Sabato, 17 Agosto 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie A 2009-2010

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
RISULTATI & CLASSIFICA CANNONIERI DELLA SERIE A & STATISTICHE su TUTTORISULTATI.CALCIODONNE.IT - risultati, classifiche e statistiche complete del campionato di Serie A - A2 - B. Paola Brumana comanda la classifica dei cannonieri con 17 reti. 101 atlete hanno segnato almeno 1 rete. Queste è molte altre informazioni le potete trovare aggiornate ogni domenica sera su: http://risultati.calciodonne.it

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La Reggiana non si fa sorprendere e porta a casa i tre punti nella sfida del Mirabello col Brescia: finisce 7-2. In campo dal primo minuto Neboli, che ha giocato con la mascherina protettiva dopo la frattura al setto nasale di due settimane fa a Tavagnacco, in campo ancora una volta dal primo minuto Vicchiarello alle spalle delle due punte Parejo e Sabatino. E sono proprio loro tre a firmare le tre reti granata del primo tempo. Al 17’ del primo tempo bella percussione di Casile sulla sinistra, cross perfetto per Parejo che si gira al volo, Valetto è sulla traiettoria, la prende col braccio largo e l’arbitro dà il rigore. Vicchiarello lo piazza a mezz’altezza ed è 1-0. Al 21’ azione fotocopia. Ancora Casile (che festeggia così nel migliore dei modi il suo compleanno) crossa dalla sinistra verso il centro dell’area dove Sabatino, con un numero, costringe al fallo di mano, stavolta più nettamente, ancora Valetto. Ed è proprio Sabatino stavolta che va sul dischetto e spiazza Gorno: 2-0. Al 29’ è Parejo che mette a segno il gol del 3-0: taglia bene in mezzo all’area per raccogliere un lancio dalle retrovie di Spina e di prima intenzione rasoterra mette dentro a incrociare. Nel secondo tempo entra Brutti al posto di Magrini, Colzi torna così a fare l’esterno basso (poi farà spazio a Fragni).

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
ATALANTA, RAMMARICO PER I DUE PUNTI PERSI Al termine di una partita parecchio tirata, l’Atalanta Femminile del presidente Michele Maraglino pareggia contro il Venezia, riscontrando molto più rammarico per i due punti persi che per quello rimediato. Se è vero infatti che nel primo tempo la gara è stata tutto sommato equilibrata (anche se davvero avara di spunti interessanti), nella ripresa la formazione di casa, visibilmente rinforzata dai freschi innesti Giacinti e Pandolfi ha fatto le parti del leone, senza nulla concedere all’avversario e rendendosi davvero pericolosa. La cronaca. Dopo una breve fase di studio l’undici di Ranzolin non perde tempo. L’orologio segna 7’ quando siamo già sul vantaggio ospite. A propiziarlo un pallone perso a centrocampo da Pedretti, che favorisce il guizzo sulla destra dell’avversaria Bittante, la quale si esibisce in un gran cross che facilita non poco la vita a Mason per l’appoggio vincente da pochi passi. Palla al centro e la partita ristagna a lungo in fase mediana: attacchi sterili da ambo le file non concedono spettacolo. Tra le file di casa, in particolare, il grande sforzo sulle corsie di Riboldi e Prost è vanificato da Picchi e Mangili, protagoniste di una prima frazione da dimenticare. PEDRETTI MIGLIOR IN CAMPO TRA LE FILA ATALANTINE, GIACINTI ESORDIO DA INCORNICIARE

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
RIMONTA DELLA REGGIANA. TAVAGNACCO KO Brumana illude. La doppietta di Sabatino regala la vittoria alle emiliane Finisce alla quindicesima giornata l'imbattibilità della Graphistudio sul terreno amico. Il vantaggio di Brumana non è bastato per avere la meglio di una Reggiana ben messa in campo e decisa a rendere difficile la vita alle friulane. Missione compiuta per la squadra di Bertolini che con una doppietta di Sabatino, sbanca il comunale e si proietta all'inseguimento della Roma. Avvio di gara piuttosto contratto da parte di entrambe le formazioni e Tavagnacco che fatica a trovare sbocchi soprattutto a centrocampo sempre ben presidiato dalle emiliane con Nasuti in splendida condizione. Il primo lampo delle giocatrici di casa è di Camporese che sfiora il palo dopo un cross dalla destra di Bonetti. La gara non offre grandi spunti di cronaca e si deve attendere il 30' per il primo squillo delle padrone di casa: splendida azione sull'asse Camporese-Bonetti e palla in profondità per Brumana che supera Vincenzi in uscita. L’1-0 premia le friulane che vanno a riposo in vantaggio. La ripresa regala due emozioni nell'arco di pochi secondi: al 4' Brumana tenta il colpo di fioretto ma trova l'ottimo intervento di Vincenzi in uscita disperata. Foto di Pierpaolo Gianfreda.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
LA ROMA NON DEMERITA, MA LA TORRES VINCE 2 A 1 Quella vista al Vanni Sanna di Sassari contro la Torres è stata una Roma impeccabile che ha affrontato la squadra sarda senza alcun timore reverenziale, disputando forse la miglior partita della stagione mettendo in seria difficoltà la formazione di casa. Un pareggio sarebbe stato forse il risultato più giusto, ma sfortuna e alcuni episodi dubbi hanno dato la vittoria alla formazione di mister Arca. La Torres, nonostante la gara infrasettimanale di Champions di mercoledì scorso a Lione, scende in campo con la formazione titolare mentre la Roma deve fare a meno di due pedine fondamentali in difesa come il capitano Masia, squalificata, e l’infortunata Eleonora Bussu, oltre a Giovanetti, Bassetti e il portiere Serafino rimaste a casa per problemi fisici. Mister Serafini deve quindi rivoluzionare nuovamente il pacchetto arretrato e si presenta in campo con un 5-3-2 tenendo a riposo il bomber Marchese, non al meglio fisicamente. La gara inizia con una Roma spavalda che chiude tutti gli spazi alle sassaresi e impone il suo gioco, con il portiere Casaroli mai impegnato. Anzi è la squadra giallorossa a creare qualche problema alla difesa rossoblu con ripartenze veloci e ben organizzate. FOTO MARIELLA QUINTARELLI

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
UN BUON BRESCIA SUBISCE UNA SCONFITTA ESAGERATA Splendida cornice di pubblico al Rigamonti di Buffalora, per il big match contro le Campioni d’Italia in carica del Bardolino. Le veronesi recuperano Girelli e Gabbiadini, mentre il Brescia in totale emergenza deve fare a meno di Cavagna a causa di un lussazione alla spalla. Rivola cambia modulo e schiera la difesa a quattro, con Zanoletti e Ciarlo esterne. Parte forte il Bardolino e dopo soli 3 minuti sfiora il gol con Paliotti che dal centro dell’area di rigore spara alto. Reagisce il Brescia e dopo un minuto Manzoni spizza di testa su un cross di Ferrandi ma la palla va di poco a lato. Le rondinelle giocano bene e riescono a tener a bada le avversarie. Al 9’ Previtali prova il tiro dalla distanza ma Brunozzi para sicura. All’11’ il Bardolino passa: Valetto sbaglia un disimpegno difensivo, Gabbiadini ne approfitta gira al centro e dopo un rimpallo, Girelli mette dentro l’uno a zero. Il Brescia però non molla e si lancia in avanti sfiorando più volte la rete. Al 16’ Su una punizione dalla sinistra di Previtali si crea una mischia in area ma nessuna biancoblu riesce a girare in rete. Al 18’ triangolo Dapor-Alborghetti, quest’ultima si libera e fa partire uno splendido tiro, ma Brunozzi toglie la palla dal sette.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
LA REGGIANA SI SVEGLIATA CON ORGOGLIO E VOGLIA DI VINCERE La Reggiana si è svegliata, con orgoglio e voglia di vincere ha portato a casa da Tavagnacco tre punti d'oro che fanno morale e consapevolezza dei propri mezzi. Inizio con handicap per le granate che al 15' perdono Neboli, frattura del setto nasale, al suo posto mister Bertolini ha inserito Vicchiarello portando Casile al posto dell'infortunata Neboli e arrettrando Colzi che inizialmente era partita laterale alto. Vicchiarello ha preso la sua posizione di esterno. Doccia fredda al 30' quando sul filo del fuorigioco Brumana infilava l'incolpevole Vicenzi. Si va al riposo con questo parziale, ma nella ripresa la Regia si presenta molto determinata e comincia a macinare gioco confezionando pregevoli azioni. Con un tiro velenoso da fuori area all'undicesimo Sabatino porta la propria squadra al pareggio e poi al 79' con una magistrale manovra corale finalizza con una rete spettacolare il vantaggio che premia lo sforzo di tutta la squadra. Arrembaggio finale con il Tavagnacco che schiera quattro punte ma brave le ragazze granata a salvare e portare a casa una meritata vittoria con un secondo tempo giocato alla grande. Ora mercoledi' si va a recuperare a Torino cercando di mantenere la concentrazione dimostrata oggi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL BARDOLINO VERONA BATTE IL BRESCIA E ACCIUFFA IL TAVANGACCO AL SECONDO POSTO Nella quarta giornata di ritorno del massimo campionato le ragazze del Bardolino Verona si impongono con un netto quattro a zero sul campo del Brescia e tornano in zona Champions raggiungendo il Tavagnacco sconfitto dalla Reggiana. In trenta minuti le veronesi chiudono la partita con le rondinelle: Al 10’ un rimpallo in area di rigore favorisce Cristiana Girelli che da posizione centrale batte l’incolpevole Gorno. Dieci minuti più tardi le gialloblu pervengono al raddoppio: Giorgia Motta mette la sfera in area, Girelli appoggia per l’accorrente Paliotti che insacca da distanza ravvicinata. Il Brescia costruisce un paio di buone opportunità ma la numero gardesana Brunozzi fa buona guardia e prima della mezz’ora arriva anche il tris veronese in terra bresciana. Venusia paliotti crossa dalla sinistra per l’incornata vincente di bomber Gabbiadini.In avvio di ripresa mister Longega getta nella mischia Dayane Da Rocha in sostituzione dell’acciaccata Paliotti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
PAREGGIO GIUSTO TRA ATALANTA E VENEZIA Al 7’ del primo tempo Bortot lancia Bittante sulla destra che va sul fondo mette al centro per Mason che segna, al 38’ Gamba respinge un tiro la palla finisce a Bortot che dal limite calcia sopra la traversa. Nel secondo tempo con il Venezia in difesa e con le bergamasche che cercano di recuperare il risultato senza grossi problemi ma con il passare dei minuti l’Atalanta al 25’ Giacinti impegna Penzo che mette la palla in angolo, risveglio del Venezia con Chinello che tira e Gamba para in due tempi, al 38’ Scarpellini su punizione dal limite mette la palla a fil di palo e Penzo non ci arriva. La partita finisce in parità, il Venezia poteva chiudere la partita nel primo tempo ma non ha concluso positivamente, nel secondo tempo le bergamasche hanno meritatamente pareggiato ora il Venezia sabato prossimo incontra al Baracca di Mestre la Lazio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Posticipata la gara di Coppa Italia Tavagnacco-Torino Si giocherà domenica mattina: calcio d'inizio alle ore 10.30 TAVAGNACCO (UD) – In accordo con la società Torino Calcio Femminile, l'UPC Graphistudio Tavagnacco comunica che la partita valida per il quarto turno di Coppa Italia tra Graphistudio Tavagnacco e Torino, prevista per sabato 6 marzo 2010 al comunale di Tavagnacco, è stata posticipata a domenica 7 marzo 2010 alle ore 10.30 per venire incontro alle esigenze espresse dalla società piemontese dovuto agli impegni di alcune tesserate nel Torneo spagnolo di 'La Manga' riservato alle Nazionali Under 19.

Pagina 7 di 18

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!